La Nevralgia del Trigemino

 

 

 

 

La nevralgia del Trigemino è un disordine neuropatico del nervo trigemino che causa episodi di intenso dolore negli occhi, labbra, naso, cuoio capelluto, fronte, aree cutanee esterne e mucose interne della mascella e della mandibola.

La nevralgia del Trigemino viene considerata da molti come classificabile tra le condizioni più dolorose. Abitualmente si sviluppa dopo i 40 anni.

La nevralgia del Trigemino si presenta con un dolore facciale descritto come una profonda pugnalata o una scossa elettrica, sempre nella stessa sede (a carico della I, della II o della III branca del trigemino o di una loro combinazione), della durata di pochi minuti e che si ripete molte volte al giorno. Esso è provocato da ogni piccolo movimento (parlare, masticare e bere) o sfioramento del viso (lavarsi la faccia o i denti, radersi).

La nevralgia del Trigemino può essere secondaria a patologie neoplastiche (1%) o a sclerosi multipla. Quando non si riesce ad identificare una causa strutturale, la sindrome viene chiamata idiopatica.

La nevralgia post-erpetica, che può avvenire dopo il fuoco di Sant’Antonio (Herpes Zoster), può causare sintomi simili se il nervo trigemino viene colpito.

La diagnosi di nevralgia del Trigemino è facile nonostante ciò non è difficile incontrare pazienti che per una errata diagnosi si siano sottoposti a trattamenti medici errati o peggio ancora e numerose estrazioni dentarie.

La nevralgia del Trigemino è una forma di dolore curabile, valutando la terapia in base al singolo paziente.