Mal di schiena..quali cure… in caso di lombosciatalgia? L’Ozonoterapia può essere un rimedio?

20 giu 2011

La lombosciatalgia è ormai una patologia diffusissima, si calcola che solo in Italia il 12-14 % della popolazione adulta abbia almeno un episodio ogni anno.

La causa principale è l’ernia o protusione di  un disco vertebrale che itrrita o comprime le radici del nervo sciatico, generalmente trattasi di vertebre L4/L5 e L5/S1.

Il dolore “sciatico” può presentarsi in diversa sede, se trattasi del disco L/4/L5, si ha dolore irradiato al gluteo, esternamente alla coscia, rimane sulla parte esterna della gamba e sopra il piede. Diversamente in caso di L5/S1 sempre sul gluteo ma poi prosegue posteriormente fino alla pianta del piede e spesso le dita.

Ma ci sono anche altre cause, per questo è importante sempre definirne la causa per poi definire meglio la cura o terapia adatta al caso.

La lombosciatalgia si cura generalmente con farmaci antiinfiammatori, analgesici e decontratturanti, e fisioterapia.

Ma sicuramente risulta essere  eficace una cura di ossigeno-ozonoterapia, sia all’insorgenza della fase acuta che come trattamento da seguire per più sedute, o anche dopo quando una terapia solo con antiinfiammatori non ha portato a buoni risultati.

L’ozonoterapia, vista la capacità di questo gas di raggiungere in profondità le strutture infiammate, può contestualmente agire come un elemento fortemente antifiammatorio.

Con questa terapia si può arrivare alla soluzione del caso con la scomparsa dell’ernia stessa, ma soprattutto eliminare lo stato infiammatorio, per il 70-80% dei casi.

 

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.